Le alghe sushi utilizzate nella cucina giapponese di Sushi Autunno a Taranto sono un toccasana per la salute.

  • alga kombu (colore marrone scuro vegetale) possiede vitamine, oligoelementi e sali minerali, che vengono considerati dei veri e propri insaporitori naturali pur possedendo un basso contenuto di sodio (ma una buona fonte di iodio). Migliora la resistenza dei capelli, ha effetto disintossicante, aiuta la digestione, migliora la circolazione sanguigna e previene il decadimento intestinale.
  • alga nori, usata come involucro per il sushi e gli onigiri, è una fonte importante di iodio: aiuta la funzionalità tiroidea e facilita la riduzione del colesterolo e dei grassi.
  • alga hijiki possiede proprietà rigeneranti: è un cicatrizzante, rinforzante e facilita l’abbassamento del tasso di colesterolo nel sangue. Inoltre previene la carie dei denti, tonifica il corpo, purifica il sangue regolando gli zuccheri, ed è raccomandata durante la gravidanza e in piccole quantità anche ai bambini.
  • alga wakame, ricchissima di proteine e particolarmente utile in caso di carenze vitaminiche e minerali, debolezza, fragilità di unghie e capelli, stanchezza e ridotta concentrazione. Contiene iodio e selenio che agiscono per la corretta funzionalità della tiroide e del metabolismo corporeo.
  • alga agar agar o kanten è un’alga rossa utilizzata come addensante in quanto, nella pratica, è una gelatina, visto il suo alto contenuto di mucillagini e carrogenina. Ha proprietà lassative e depurative in quanto elimina le tossine presenti nell’organismo.